ESPLORANDO DETCOM

Scritto da Elena Pizzi il 23 febbraio 2011 in Batman e Fumetti DC Comics con nessun commento

Il nostro sito si era già occupato, qualche tempo fa, di Scott Snyder, talento emergente sbocciato alla DC con American Vampire (Vertigo) e da qualche mese alla ribalta su una delle testate storiche del Pipistrello, Detective Comics.

Ecco per voi, in occasione dell’uscita negli USA del numero #874 della serie, la traduzione di alcune dichiarazioni riguardanti la sua gestione e la second feature Jim Gordon, che a partire proprio da questo mese si integrerà nella storia principale, garantendoci la possibilità di vedere al lavoro contemporaneamente due grandi artisti come Jock e Francesco Francavilla.

Tutto ciò fa parte del tema centrale su cui si concentra la serie, ovvero il consolidamento di Dick Grayson come BATMAN a Gotham City. Lo stesso argomento verrà esplorato nella miniserie il cui inizio è previsto negli USA per maggio 2010, dal titolo Gates of Gotham e co-scritta con Kyle Higgins.

Cosa ci riserva il futuro per la serie Detective Comics? Leggiamolo insieme.

Batman disegnato da Jock, regular artist di Detective Comics

La feature di Jim Gordon continuerà. Pensavo che Francesco (Francavilla) non potesse finirla, invece in questo numero e nel prossimo (#874-75) occuperà totalmente la testata. Jock quindi si riposerà per due numeri, e lo rivedremo per l’#876, #877 e l’#878.

Inizialmente l’organizzazione era diversa, adesso lavoriamo in squadra, ed è bello vedere Francesco all’opera. Di fatto è una storia unica, ci confrontiamo, non stiamo mettendo insieme un puzzle forzatamente.

Il tema è lo stesso, riconducibile alla storia “Black Mirror” che stiamo esplorando.. e i concetti di fondo sono simili per entrambi i personaggi (Jim Gordon e Dick, ndt); Gotham è una città capace di generare incubi, ma Dick e il commissario Gordon potranno sopportarlo, vedendo le proprie paure concretizzarsi? Questo è il concetto che caratterizza l’intero arc, e collega letteralmente i due protagonisti. La parte relativa a Gordon, inizialmente pensata per comparire come second feature su 12-14 numeri, è parte integrante del tutto.

Jim Gordon disegnato da Francesco FrancavillaDopo i due numeri illustrati da Francavilla partirà “The Hungry City” che continuerà quanto visto finora. Io adoro storie come  “Long Halloween”, “Hush”, “Gotham Central” e trame ad ampio raggio, con indizi che si accumulano. Quindi si tratta davvero di una storia composta di tanti capitoli.

Nel primo arc abbiamo incontrato Dick, la “sua” Gotham, e The Dealer, il villain che Bruce avrebbe affrontato in maniera molto diversa. Non è Dealer a spaventare Batman, ma la minaccia che le persone attorno a lui rappresentano..  il male che emerge dalle viscere di Gotham stessa, come un branco di avvoltoi pronti  a colpire. Dick crede nelle persone, e affrontare tutto questo per lui è difficile.

“Hungry City” affronta il tema di una città che si sta rimodellando, come se creasse criminali fatti apposta per contrastare la personalità di Dick. […] Ci sono facce nuove e vecchie famiglie criminali che però sembrano non aver paura di Batman.. saranno personaggi anche divertenti. Questo nuovo storyarc esplorerà e presenterà questi criminali. Lo stesso accadrà con Jim Gordon, e capiremo se a Gotham si potrà continuare ad avere fiducia nella gente.

Vedremo anche la figlia di Tony Zucco, il killer dei genitori di Dick, che comparirà all’inizio del numero #876. E’ una donna d’affari, perseguitata dalle colpe del padre, che sta cercando di fuggire dale ombre di un passato infausto ed è una brava persona. Assisteremo anche ad una trasformazione di Dick, anche perché dal mio punto di vista è essenziale che le storie di Batman abbiano una forte componente psicologica.

Ci sono storie come “Killing Joke” o “Dark Knight Returns” che sono estensioni della psicologia stessa di Bruce Wayne, della sua personalità, e vorrei fare lo stesso con Dick. Grayson ha passato un anno in trepidazione per il ritorno di Bruce, e adesso è davvero Batman a Gotham.. ciò lo metterà a dura prova, mostrando i suoi talloni d’Achille.

I villains di queste storie sono modellati sulla sua personalità: questa è la Gotham di Dick Grayson e questi sono i suoi cattivi. Il Pinguino, Joker, l’Enigmista, sono i villains di Bruce.. anche se useremo comunque una versione particolare del Joker, adatta alla storia, vedrete. Ne stiamo parlando ora, e siamo terribilmente eccitati. Sarà davvero oscuro, tetro.

Jock è bravissimo, esprime molto di sè in questa storia. Non ha accettato l’incarico finchè non si è reso conto di cosa parlasse la trama.. eravamo a San Diego, e abbiamo parlato molto. Ero nervoso, e invece è andato tutto bene.

Ha uno stile così dinamico, e si riesce davvero a percepire l’ansia di Batman attraverso le immagini. I colori poi sono così belli, rendono Gotham ancora più selvaggia ed egoista. Lo stesso vale per Francesco Francavilla e la feature di Jim Gordon. I colori sono davvero inquietanti, e fanno apparire Gotham inquietante, minacciosa ed evocativa. Io potrei anche scrivere una sceneggiatura orribile, ma in mano a loro risulterebbe comunque bellissima!

Detective Comics #874 è uscito negli Stati Uniti il 23 febbraio 2011.

Restate sintonizzati per ulteriori approfondimenti!

Banner HoVistoCose.it

Informazioni sull'autore

Elena Pizzi [Selina Kyle]Abita da tempo a Gotham City, anche se desidera volare per tutto l'universo insieme ad Hal Jordan. Spesso gioviale e sorridente, a volte è inaspettatamente solitaria, ma costantemente alla ricerca di ciò di cui sono fatti i sogni, cioè ciò che giace, spesso sepolto, in fondo a noi stessi. Non rinunciate mai alla forza delle vostre passioni.Leggi tutti gli articoli di Elena Pizzi