Cornelius Stirk

Scritto da Giuseppe Urso il 1 dicembre 2009 in Batman e Manicomio Arkham e i nemici di Batman con nessun commento

Cornelius Stirk

Vero Nome Cornelius Stirk (non utilizza nessun nome di battaglia)
Status Rinchiuso ad Arkham
Occupazione Serial Killer con tendenze cannibali
Affiliazioni Nessuna
Armi ed Abilità Possiede doti ipnotiche. Riesce a proiettare un’immagine e far si che coloro che gli stanno intorno la credano reale.
Base Operativa Gotham City

“Io, signore, sono uno psicopatico! In pubblico indosso una maschera che mi aiuta a passare per un tipo normale, e fingo di provare le stesse emozioni di chiunque altro”


- Cannibale per Sopravvivenza -

A causa di un grave disordine all’ipotalamo, Stirk possiede un minor numero di determinati neurotrasmettitori nel cervello, probabilmente reale causa delle sue facoltà psichiche. Egli ha infatti l’inusuale potere di provocare negli altri i più svariati stati d’allucinazioni e di assumere di conseguenza le sembianze che più gli aggradano. Questo suo potere metamorfico gli serve principalmente per avvicinare le vittime, servendosi di sembianze che possano provocare fiducia negli altri, quali per esempio quelle di Batman, di un agente di polizia o addirittura quelle di Abraham Lincoln.
Una volta catturate le prede, Stick procede ad ucciderle con un coltello dopo averle però terrorizzate a morte.Cornelius Stirk
Come lo Spaventapasseri, Cornelius Stirk (chiamato anche inizialmente col nome di battaglia “Paura”) si serve del terrore, mediante allucinazioni, per portare le prede sino al collasso.
Ma oltre ad una componente sadica, questo atteggiamento ha anche una specifica funzione. La mente di Stirk vede infatti l’omicidio come un’esigenza per sopravvivere, indispensabile per combattere i propri disturbi fisici e mentali. E’ sua convinzione che solo il cuore delle persone, con i suoi ormoni e sostanze chimiche, possa garantirgli la sopravvivenza. Ed è proprio per rendere la “gommosa prelibatezza” più gustosa e nutriente possibile che Stick spaventa a morte le vittime, e ciò perché il cuore, sotto pressione della paura, produce norepinefrina, sostanza a suo dire gustosissima.
Cornelius Stick è probabilmente il criminale che ha passato più tempo della sua vita tra le mura del manicomio criminale di Arkham Asylum. Il suo ingresso tra quelle tristi stanze si ebbe a soli sedici anni dopo un suo tentativo di uccidere un compagno di scuola. Il suo primo rilascio solo in età adulta, quando una diagnosi medica lo ebbe giudicato finalmente sano. In quest’occasione però è molto probabile che i dottori in questione fossero stati forzati ad emettere tale diagnosi sotto gli influssi delle sue illusioni.
Da lì in poi il resto della sua storia è costellato da continue degenze all’Asylum e conseguenti evasioni.
Da una decina d’anni a questa parte, però, il personaggio è misteriosamente sparito dalle scene.


Informazioni sull'autore

Giuseppe Urso [Cappellaio Matto]Teinomane patologico, collezionista compulsivo di inutilità, ospite occasionale dell'Arkham Asylum. Non proprio una bella persona, insomma. Con la testa perennemente rivolta al passato, sogna un futuro da rigattiere. Nel frattempo, trascorre le sue giornate a guardare documentari su History Channel, organizzare tea-party e prendere qualsivoglia decisione dopo un bel tiro di dadi.Leggi tutti gli articoli di Giuseppe Urso