Batman vs Aliens

Scritto da Luca Massari il 4 gennaio 2011 in Batman e Fumetti DC Comics con nessun commento

Testi: Ron Marz, Ian Edginton
Disegni: Bernie Wrightson, Staz Johnson
Edizione originale: Batman vs Aliens, Batman vs Aliens II
Edizione italiana: Batman vs Aliens (Planeta DeAgostini), 240 pp, brossurato, 18,95€

Che le produzioni di questo tipo non siano capolavori è ormai assodato, ma Batman vs Aliens è probabilmente il punto più basso raggiunto da questi cross-over.

Avete presente i classici b-movie degli anni ’80? Trasponeteli su carta ed avrete un’idea di quel che vi aspetta leggendo questo volume: nel primo racconto (che riprende a piene mani la pellicola Predator…si, avete capito bene!) Batman si trova a far fronte comune con un gruppo di mercenari in Sud-America, dove viene ritrovata una nave spaziale ivi schiantatasi insieme a misteriosi templi Maya. I protagonisti, tutti tratteggiati in base ai soliti cliché (c’è il mercenario religioso, quello guerrafondaio, l’ambizioso…il solito, insomma), sono ovviamene destinati a perire uno dopo l’altro per mano degli Xenomorfi…eccetto Batman, che anche in questa situazione riuscirà ad avere la meglio (curiose poi certe incongruenze nella sceneggiatura, come il Pipistrello che si rifiuta di usare un’arma da fuoco ma poi non fa tante storie nel cacciare in gola all’Alien una bella granata).

La seconda mini invece si sposta in ambiente urbano, e getta nel calderone un pò di tutto: echi lovecraftiani (palese la citazione di Le montagne della follia), misteriosi esperimenti di biogenetica portanti avanti dall’ennesima organizzazione ombra al soldo dei governi, i criminali di Arkham…ma il risultato non si discosta poi molto dal primo esempio. Forse qui la parte grafica (almeno per quel che concerne il design degli alieni) è un pelino migliore, ma il giudizio globale non si risolleva poi molto.

Oltre ai difetti congeniti, il colpo di grazia viene dato dall’edizione Planeta: tutta la prima miniserie risulta essere scandita (probabilmente non si avevano più gli impianti originali), mentre non mancano i consueti errorucci di lettering. Totalmente assenti le cover originali, così come un qualsiasi apparato editoriale…in sintesi, evitate il volume o in alternativa, se proprio volete veder interagire il Pipistrello con gli alieni più famosi del cinema, ripiegati sul video semi-amatoriale Batman: Dead End, che saprà regalarvi più di un’emozione.