Batman Revenge Squad

Scritto da Giuseppe Urso il 5 ottobre 2010 in Batman e Manicomio Arkham e i nemici di Batman e Superman con nessun commento

Vero Nome Sconosciuto
Status In arresto. Epoca pre-Crisis
Occupazione Vendicarsi dei torti subiti da Batman
Affiliazioni Alleati della “Superman Revenge Squad”
Armi ed Abilità Nessuna
Base Operativa Un deposito nella vecchia stazione ferroviaria di Metropolis

Desiderio di Vendetta-

Se c’è una cosa che accomuna ogni criminale di Gotham City è di certo il profondo rancore ed odio nei confronti di Batman, acerrimo nemico della criminalità. Molti criminali, durante la storia, hanno cercato di far fronte comune contro l’eroe, senza mai però riuscirci, e la maggior parte di queste alleanze è stata destinata a durare il tempo di un sospiro. Tra tutti questi gruppi, un posto d’onore, almeno per quanto riguarda l’eccentricità e la convinzione nella propria missione, spetta di certo alla “Batman Revenge Squad”, una squadra di piccoli criminali gothamiti, unitisi per vendicarsi dei torti subiti da parte di Batman.
Se questa è la teoria, la pratica è però ben diversa. Mossi più dal sentimento di vendetta che dall’organizzazione e dalla strategia, i componenti della squadra difficilmente avrebbero potuto costituire per il Pipistrello un reale pericolo…
Fortunatamente per loro, durante la prima riunione, il loro parlottare è intercettato da un’astronave in orbita sulla Terra, i cui passeggeri, curiosamente, sono dei criminali provenienti dalle più svariate parti del pianeta, ed a loro volta desiderosi di vendicarsi di un altro supereroe: Superman. Le due squadre decidono dunque di unire le proprie forze e per attuare il loro piano decidono di approfittare di una gara annuale di furbizia che si tiene a Gotham City tra gli stessi Batman e Superman.
I due eroi, infatti, ogni anno, coadiuvati rispettivamente da Robin e Jimmy Olsen, si scontrano in tre prove d’astuzia e furbizia mettendo ciascuno in palio tre trofei. Il vincitore sarebbe stato colui che avrebbe portato a casa almeno due vittorie su tre.
Le due squadre della vendetta riescono nel tentativo di introdurre dei potenti esplosivi all’interno dei trofei,intenzionati ad attivarli a gara conclusa, una volta portati all’interno dei rifugi degli eroi.
Sfortunatamente per loro, però, uno di questi dispositivi esplosivi produce un certo malfunzionamento in uno di questi trofei, insinuando per questo il sospetto nei loro proprietari. Il passo tra la scoperta dell’inganno e l’arresto di tutti i membri delle due squadre è breve…

-I Membri della Batman Revenge Squad –

“La Squadra della Vendetta contro Batman” è composta soltanto da quattro membri, dei quali si ignora solo l’identità del capo. Gli altri tre componenti sono invece piccoli criminali gothamiti tutti finiti dietro le sbarre grazie all’intervento di Batman.
“Contanti” Carew era, a suo dire, il migliore falsario del paese, poi arrestato dal Pipistrello, e fuggito di prigione poco prima di unirsi alla banda. Il Lanciafiamme, invece, appiccava incendi dolosi per conto della malavita gothamita, grazie alla sua capacità di sputare fuoco come un drago, mentre Barney “l’Esplosivo” deve a Batman la sua mano sinistra, saltatagli in aria mentre cercava di piazzare una bomba alla batmobile, ed adesso sostituita con un artiglio meccanico.
Tutti i membri della banda indossano un costume molto simile a quello di Batman se non fosse per il colore, viola, ed un teschio alato come simbolo che va a sostituire il classico pipistrello.
La base operativa della Batman Revenge Squad è a Metropolis, lontana, quindi, dal controllo dell’eroe, all’interno di un magazzino abbandonato in una stazione in disuso fuori città. Per accedere alla costruzione occorre eseguire un bizzarro e preciso rituale. Avvicinatesi alla saracinesca apparirà una proiezione di Batman, che bisognerà poi pugnalare al petto,giusto al centro del simbolo… Se poi consideriamo come il motto della squadra sia un enfatico “muori Batman, muori”, ci accorgiamo come l’odio di questi criminali verso l’eroe sia alquanto profondo.

Cronologia delle Apparizioni


Informazioni sull'autore

Giuseppe Urso [Cappellaio Matto]Teinomane patologico, collezionista compulsivo di inutilità, ospite occasionale dell'Arkham Asylum. Non proprio una bella persona, insomma. Con la testa perennemente rivolta al passato, sogna un futuro da rigattiere. Nel frattempo, trascorre le sue giornate a guardare documentari su History Channel, organizzare tea-party e prendere qualsivoglia decisione dopo un bel tiro di dadi.Leggi tutti gli articoli di Giuseppe Urso