Samaritan X, di J.M. Straczynski

Scritto da Simone Sperati il 19 marzo 2010 in Comics Dark Horse, Image e altri editori con 2 commenti

J.M. Straczynski sta assumendo un ruolo sempre di maggior peso in casa DC. Come già raccontato in una recente intervista, infatti, lo scrittore si occuperà non solo della nuova linea Earth One dedicata a Superman, ma anche della serie regolare del kryptoniano e di quella relativa a Wonder Woman.

Ora però scopriamo che non saranno solo questi i suoi prossimi impegni: Straczynski scriverà infatti una graphic novel originale, Samaritan X, incentrata su un ospedale di Gotham che dà il titolo al progetto. In essa compariranno vari eroi e villains del pantheon DC e probabilmente ci sarà spazio anche per una serie regolare.

La storia è incentrata sull’ospedale Samaritan X di Gotham, specializzato in individui con superpoteri. Si tratta di un dramma umano alle prese con personaggi superumani, in cui le capacità di uomini e donne comuni possono significare vita o morte per i più forti tra noi.

Ecco alcuni estratti dell’ultima intervista all’autore, leggibile in lingua originale sul sito specializzato CBR, nei quali vengono rivelati maggiori dettagli sul progetto:

Samaritan X è tanto impressionante fuori quanto dentro: venti piani di vetro e acciaio per una torre con piattaforme di atterraggio sul tetto, vetri a prova di proiettile spessi dieci centimetri, uno staff tra i migliori in diverse discipline ed ogni tipo di strumento medico, scientifico e diagnostico mai creato.

In un mondo dove i supereroi combattono battaglie senza fine contro il male, Samaritan X rappresenta il luogo in cui i feriti di entrambe le fazioni si recano per essere trattati e curati. Entro le sue mura il dramma della vita e della morte viene amplificato da coloro che il mondo chiama eroi o villains, dai celebrati e dai diffamati, dai quasi immortali a quelli (precedentemente) invulnerabili.

Quando un personaggio con il dono dell’eterna giovinezza inizia ad invecchiare…quando Metamorpho scopre di non poter più controllare le proprie reazioni chimiche…quando Supergirl necessita di un’operazione ma la sua pelle non può essere scalfita da alcuna scienza…quando un’eroina sta per avere il suo primo bambino e teme che la forza delle sue contrazioni possa ucciderlo…quando Cyborg scopre che i suoi impianti stanno collassando…quando un eroe fiammeggiante capisce di non poter più tornare al suo stato normale e immagina di non poter più toccare alcun essere umano…quando un eroe ferito in battaglia viene portato all’ospedale solo per essere inseguito dal suo nemico, il quale vuole finire il lavoro senza preoccuparsi di chi si frappone tra loro…quando un eroe subisce un crollo psicologico…quando uomini e donne da tutto il mondo scoprono di avere capacità sovrannaturali e non sanno come gestirle…quando queste e tantissime altre cose si verificano, la miglior speranza è rappresentata da Samaritan X.

Per la maggior parte i fatti del libro si svolgeranno al di fuori della continuity, in modo da lasciarci liberi di realizzare semplicemente delle buone e solide storie. Ma nel corso del tempo, specialmente con un grande evento di mezzo e conseguenti personaggi in difficoltà, potremo facilmente introdurre Samaritan X nella storia e mostrare le conseguenze delle battaglie.

Verranno mostrate molte domande e dilemmi etici mai esplorati nel dettaglio prima d’ora. Mettiamo il caso che un super-criminale venga condannato a morte, ma in quanto invulnerabile le autorità si rivolgano a Samaritan X chiedendo di trovare un modo per giustiziarlo: dovrebbero cooperare? È qualcosa che dovrebbero fare? Oppure, cosa accadrebbe se un killer potenziato venisse portato a Samaritan X per essere trattato e, liberandosi, prendesse degli ostaggi?

Cosa accade quando i superpoteri vanno fuori controllo, minacciando vite e sopravvivenza delle persone amate? Come trovare un consanguineo per un eroe malato dall’identità nascosta, il quale morirebbe piuttosto che rivelare il suo segreto e lasciare in questo modo la sua famiglia in balìa dei propri nemici?

Il concetto primario di tutto il progetto, insomma, è “come farebbero i personaggi dotati di superpoteri, e i dottori tirati in mezzo, a funzionare in un contesto realistico?” e per soddisfare tale concetto esploreremo la fisica, la fisiologia e la psicologia di tali poteri, creando la prima serie procedurale sui superpoteri e su come funzionino.

La storia verrà narrata dalla prospettiva delle persone comuni, trovatesi tirate in mezzo a situazioni pericolose, mettendo a rischio la propria vita per salvare quelle degli altri.

Il nostro personaggio umano principale è il dottor Francis Long, capo dello staff dell’ospedale. Samaritan X era il suo sogno, vent’anni prima era stato chiamato a curare una bellissima eroina conosciuta come Lady Eternal e ci era riuscito. Questo primo successo lo ha ispirato, dandogli l’idea dell’ospedale. […] Lui e Lady Eternal si innamorarono, lo sono ancora ma oggi quell’amore è sempre più difficile, perché lui invecchia, ma lei no. Lei rimarrà sempre giovane, ma lo ama tanto oggi quanto allora, e ai suoi occhi lui rimarrà sempre giovane.

Altri personaggi sono Steven Montoya, spesso il primo a vedere i pazienti e a cercare una soluzione, una sorta di meccanico esperto in tutti i tipi di strumenti tecnologici dell’ospedale [...]; Felix Rose, specializzata nel capire come funzionino i superpoteri e avente un occhio piuttosto freddo e distaccato verso i supereroi, vedendoli più come progetti che come persone [...]; Sandra Lin e Lionel Parks, paramedici aventi l’incarico di recuperare gli eroi caduti, amici ma non coinvolti in una relazione, aventi sogni ed origini diverse ma stesso livello di passione per il pericolo e il salvataggio di vite [...]. E poi c’è Corinne Clark, consulente per la comunità di personaggi con superpoteri e i membri delle loro famiglie [...].

A causa del suo background penso di utilizzare anche Hourman (Rick Tyler) come consulente.

Il primo dovere di un medico è curare, non importa chi abbia davanti. A volte a Samaritan X arrivano persone davvero malvagie, il che spiega tutte le misure di sicurezza dell’ospedale…non che la cosa basti, in certi casi.

Capiterà di vedere Batman? Certo, è inevitabile…ma non sarà una presenza dominante nella storia.

Stiamo ancora cercando l’artista giusto, adorerei vedere questo progetto sugli scaffali per l’estate o l’autunno.

Restate sintonizzati!


A cura di Simone Sperati

Banner HoVistoCose.it