5 buoni motivi per leggere LI’L GOTHAM

Scritto da Raffaele Radaelli il 23 aprile 2014 in Batman e Comics e fumetti americani e Fumetti DC Comics con nessun commento

5 BUONI MOTIVI PER LEGGERE LI’L GOTHAM

È arrivata finalmente in Italia Li’l Gotham, una serie ambientata in una Gotham City un po’ particolare e fortemente voluta dal suo creatore Dustin Nguyen.
L’acclamato disegnatore, infatti, si è sempre divertito a pubblicare i suoi disegni in stile “chibi” sul suo profilo deviantart e non ha mai nascosto il desiderio di poter avere una serie interamente disegnata in quel modo. La casa editrice lo ha finalmente accontentato e ne è nata la serie in digitale -poi raccolta anche in volumi cartacei- dedicata a Batman e a tutto il suo microuniverso… con qualche sorpresa dal resto dell’universo DC.

La serie aveva cadenza mensile e ogni uscita era collegata ad una festività che ricorreva nel mese stesso, a partire dalla prima uscita dedicata ad Halloween.
Già solo con queste poche informazioni avreste dovuto fiondarvi in fumetteria ad acquistare questo volume, ma se, inspiegabilmente, non siete ancora convinti, di seguito vi daremo ben 5 ottimi motivi per non farvi scappare uno dei migliori acquisti che potrete fare quest’anno.

1: I DISEGNI DI DUSTIN NGUYEN

LilGotham6

È inutile girarci intorno: i disegni di Dustin Nguyen sono fantastici. “Se non vi piacciono è solo colpa vostra” (cit.)
Dustin ha uno stile molto particolare e decisamente riconoscibile. È già un piacere vederlo sulle serie “normali”, ma su questo progetto strettamente personale diventa davvero uno spasso osservare le tavole e scovarne i più piccoli particolari.
Anche la particolare tecnica di colorazione contribuisce a rendere ogni pagina un tesoro da scoprire e custodire.

2: RISATE ASSICURATE

Se sul comparto grafico non c’era alcun dubbio, il fatto che Nguyen avrebbe curato anche i testi di questa serie avrebbe potuto far sollevare più di un sopracciglio. Ma la verità è che Dustin non solo se la cava bene, ma riesce a spingere al massimo l’acceleratore verso il divertimento. Sfruttando al massimo il potenziale “comico” di ogni personaggio, costruisce situazioni che in ben più di un occasione vi strapperanno una risata e per la maggior parte del tempo della lettura vi lasceranno con un sorriso da un orecchio all’altro stampato in faccia.
È una serie fresca e divertente che di certo non potrà annoiarvi!

3: SEMBRA DI LEGGERE IL BATMAN DELLA SERIE ANIMATA

BatmanLilGotham9Dustin Nguyen ha lavorato a lungo con Paul Dini, prima su Detective Comics (ricordiamo il favoloso story-arc de “Il Cuore di Hush”) e poi su Le Strade di Gotham. E, ci sembra quasi inutile ricordarlo, Paul Dini è proprio la mente dietro la celeberrima serie animata dedicata a Batman che è rimasta nel cuore di tantissime persone.
Non è un caso quindi che leggendo Li’l Gotham si ritrovino le stesse atmosfere, gli stessi personaggi, le stesse caratterizzazioni dello stesso Dini. Batman sembra uscito proprio da uno degli episodi della serie animata e questo è sicuramente un notevole punto a favore.
Il fatto che la serie sia slegata da strette logiche di continuity, inoltre, ha permesso all’autore di non tenere conto del reboot dei New52 che ha segnato l’universo DC, avendo la massima libertà di ripescare quelle storie pre-reboot che più si addicevano allo stile della serie. Rivedremo infatti molti personaggi provenienti dalla già citata serie animata, e dalle due serie di Dini, Sirene di Gotham e Strade di Gotham. È doveroso ricordare che altri personaggi che a causa del reboot sono stati pesantemente modificati, ritroveranno qui la loro precedente versione, come per esempio Oracolo, Nightwing e Harley Quinn.

4: LA BELLEZZA DELLA BATFAMILY

L’universo di Batman è da sempre caratterizzato dalla presenza di numerosi personaggi, sia tra gli alleati -la cosiddetta batfamily- sia tra i nemici.
Se la gallery di villain è già ampiamente conosciuta ed apprezzata, di solito è la cerchia degli aiutanti del Pipistrello ad essere oggetto di aspre critiche. Il fatto che Batman debba essere, per una certa parte dei fan, un eroe oscuro e solitario rende insopportabile la presenza di diversi collaboratori all’interno della batcaverna.
Però è un dato di fatto che, tra tutti gli eroi, Batman sia quello con il maggior numero di “spalle”. E se pensiamo che proprio il fatto di aver perso la propria famiglia sia uno degli elementi fondanti della leggenda di Bruce Wayne, è consolante vedere che come Batman sia riuscito a costruirsene una nuova.
La leggerezza di questa serie permette di godersi appieno la bellezza e la ricchezza della batfamily. Molte delle situazioni divertenti di cui dicevamo prima sono create proprio dalle relazioni “familiari” tra questi diversi componenti.

5: DAMIAN WAYNE

Screen Shot 2012-11-15 at 11.26.22 AM

Il fatto di non avere vincoli di continuity, come detto prima, ha permesso a Dustin di ignorare ciò che è successo a Damian Wayne nelle storie ufficiali del New52. Possiamo quindi continuare a godere della sua presenza e della sua tipica arroganza pre-adolescenziale. Damian è uno dei personaggi meglio riusciti della serie e uno di quelli che innesca più spesso situazioni comiche e divertenti. Se già vi piace il personaggio qui lo adorerete, se invece non vi piace qui potreste iniziare a trovarlo simpatico.


Informazioni sull'autore

Raffaele Radaelli [Bruce Wayne]Classe 1987, ama sezionare e analizzare fino al più piccolo particolare ogni storia. Affascinato dagli strabilianti risultati che si possono ottenere dalla commistione di testi e immagini, nutre una grande passione per Batman, Morrison, Gaiman, Moore... senza dimenticare il mitico Sergio Toppi, che ha fatto nascere la sua passione per il medium fumetto.Leggi tutti gli articoli di Raffaele Radaelli